La Nuova Sardegna

buongusto
Buon Gusto – Speciale gelato

Tempio diventa la capitale dei gelati con Soffici Bontà – Bolmea

di Mirko Muzzu
Marcello Muntoni dell'Azienda Bolmea gelati artigianali sardi (al centro)
Marcello Muntoni dell'Azienda Bolmea gelati artigianali sardi (al centro)

L’azienda guidata da Marcello Muntoni ormai esporta in Corea, Taiwan, Giappone e negli Stati Uniti. L’anno prossimo il marchio sarà sostituito con Delizie di Sardegna. All’origine del successo l’uso di materie prime sarde

15 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Un nuovo gusto e nuove commesse conto terzi per Soffici Bontà, l’azienda che detiene il marchio Bolmea, produttrice di gelato artigianale nella zona industriale di Tempio. Nata a maggio del 2016, con una produzione avviata nella stagione seguente, l’azienda si è presto imposta nel settore dei gelati, prima con le coppette, limitando per il primo anno il mercato alla Sardegna, con le coppette da 250 grammi, poi ampliandosi verso Toscana e Lazio nel 2018. «A oggi – spiega Marcello Muntoni- sono nove le regioni italiane verso le quali commerciamo i nostri prodotti - e prosegue -. Dal 2020 abbiamo sempre aggiunto nuovi prodotti, come i coni “Bolmetto”, gli stecchi “Ricco” e i ghiaccioli “Sorbetto” e infine lo Squizeeto, il primo gelato da bere in confezione da spremere». «Quest’anno – prosegue Muntoni – stiamo lavorando a un nuovo gusto con un’altra azienda sarda per produrre un gelato variegato al mirto, ottenuto direttamente dalla bacche di mirto».

Una distribuzione a marchio Bolmea che si affida principalmente ai supermercati e ai locali commerciali. Tuttavia, molte novità di quest’anno non riguarderanno in maniera diretta il marchio Bolmea, la Sofficità Bontà, già da tempo produce infatti anche per conto terzi per la grande distribuzione ordinaria nazionale. Quest’anno sono giunte ulteriori commesse d’eccellenza per il mercato nazionale ed internazionale: Corea, Taiwan, Giappone, oltre alle americane Costco e Walmart, le due più grandi catene della distribuzione a stelle e strisce. Proprio in vista di queste novità Soffici Bontà sta programmando nuovi investimenti per aumentare le linea produttiva che però, assicurano, «è e rimarrà locale».

Così come locale rimane la gran parte dei fornitori per le materie prime che Soffici Bontà utilizza per la produzione dei suoi gelati: latte, panna, frutta e prodotti alimentari che provengono dal territorio e che, trasformati in gelati, stanno ora facendo il giro del mondo, affermandosi come eccellenze alimentari. Un marchio che però è destinato a mutare: «La novità del 2025 sarà un nuovo marchio che andrà a sostituire il marchio Bolmea: Delizie di Sardegna. Avendo varcato il mare – racconta Muntoni – abbiamo deciso di caratterizzare ancora di più il nostro prodotto sul territorio da cui produciamo e da cui acquistiamo gran parte delle nostre materie prime d’eccellenza».

In Primo Piano
Sport

Sinner non parteciperà alle Olimpiadi di Parigi: «Ho la tonsillite, mi dispiace»

Le nostre iniziative