La Nuova Sardegna

buongusto
Speciale Ricette light da Amare

Le bontà da portare in spiaggia di “Mammachepiatti”

di Serena Lullia

	Alessia Lupo e mamma Paola e l'insalata anguria, feta e pane carasau
Alessia Lupo e mamma Paola e l'insalata anguria, feta e pane carasau

Piadine verdi, zucchine ripiene, anguria con carasau: le idee sardo-genovesi delle food influencer Alessia e mamma Paola

07 giugno 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Sulla carta di identità c’è scritto nata a Cagliari. Motivo di orgoglio per Alessia Lupo, 31 anni, cresciuta a Genova ma con i colori e i profumi della Sardegna nel cuore. Un legame speciale che porta spesso anche nelle ricette del profilo Instagram da 144mila follower “Mammachepiatti” che divide con mamma Paola, originaria di Quartu. Una vita da food infuencer per Alessia, entrata nel mondo dei consigli culinari on line per gioco durante il lockdown. Prima lavorava per una multinazionale e da piccola, più che stare davanti ai fornelli, aspettava a tavola di gustare le bontà di mamma Paola.

«Non sono mai stata una bambina innamorata della cucina – dice ridendo –, di sicuro una buona forchetta. Forse per pigrizia, avendo una mamma bravissima ai fornelli, non mi ero mai approcciata alla cucina se non a 20 anni, dopo aver scoperto di essere celiaca, per non viverlo come un limite. Durante il lockdown ho creato per gioco Mammachepiatti, come ricettario per celiaci. Ho poi deciso di farne un vero progetto imprenditoriale mettendo insieme la passione per il cibo e le esigenze del senza glutine. Adoro preparare i dolci, soprattutto decorarli. Come avere una tela davanti su cui liberare la mia creatività».

E in effetti le creazioni zuccherose sono una delle componenti principali di Mammachepiatti. Con un pizzico di Sardegna. «Ci sono le pardulas e le ciambelline con la marmellata – racconta Alessia –. Ma una delle prime ricette sarde che mamma ha “sglutinato” è quella dei ravioli».

Alessia è il volto sorridente di Mammachepiatti ma «il ruolo di mamma è fondamentale. Le mani che spesso vedete nei video sono le sue, ed è un pozzo di idee e creatività per sglutinare ricette, fare abbinamenti, trovare proposte per la community. Abbiamo un rapporto bellissimo, di complicità, non solo di lavoro. Sono fortunata».

Il sogno di Alessia è trasferirsi in Sardegna. «Adoro questa terra, grazie a mamma che ci ha fatto innamorare dei sapori, dei paesaggi, delle tradizioni sarde. Come molti figli di emigrati ho avuto la fortuna di trascorrere le mie estati in vacanza, a Cagliari. Ogni volta che posso vengo anche d’inverno. Quest’anno per la Sartiglia di Oristano. Fantastica. Spero un giorno di trasferirmi in Sardegna e farne la mia isola felice, da dove gestire l’attività di consulenze, marketing, showcooking e Mammachepiatti ».

Abbiamo chiesto ad Alessia e Paola tre ricette pratiche e gustose per la spiaggia. Eccole. Barchette di zucchine. Dosi per 2 persone: 3 zucchine chiare, 4 fette di pancarré senza glutine e lattosio, 5 pomodorini rossi e 5 gialli, 6 olive taggiasche origano, basilico, maggiorana, olio evo. 1 pizzico di sale, pangrattato senza glutine q.b. «Bollite per 5 minuti le zucchine intere, spuntatele e tagliatele a metà in lungo. Svuotatele, tagliate la polpa a cubetti e rosolatela in padella con un filo d'olio. Tagliate a cubetti il pancarré dopo aver eliminato i bordi, tagliate a cubetti i pomodorini e le olive denocciolate. Riunite in una ciotola polpa di zucchine, pomodorini, pancarré e olive. Insaporite con olio, sale, maggiorana, origano e basilico tritati finemente. Riempite le barchette, pangrattato in superficie, un filo di olio. In forno preriscaldato a 180° per 15 minuti».

Insalata di anguria 1 anguria baby, 100 grammi feta; 1 cetriolo, semi di chia q.b., pane carasau, 1 cucchiaino di olio evo. «Tagliate in 2 l’anguria e svuotatene una metà per usarla come contenitore. Tagliate a cubetti anguria e feta, a rondelle il cetriolo. Unite gli ingredienti e aggiungete in superficie olio evo, semi e pane carasau».

Piadine di spinaci  Per 4: 100 gr spinaci; 130 ml acqua; 250 gr farina senza glutine; 20 ml olio evo; 1 cucchiaino di sale; mezzo cucchiaino di bicarbonato. «Lessate gli spinaci. Strizzateli e frullateli con l’acqua fino a ottenere una crema. In una ciotola versate farina, sale e bicarbonato. Mescolate e unite la crema di spinaci. Quando il composto sarà omogeneo, aggiungete l’olio e formate un panetto da dividere in 4 parti uguali. Stendete l’impasto per formare dischi spessi circa 2 mm. Cuocete le piadine in una padella antiaderente circa 3 minuti per lato a fiamma media. Farcite con 100 gr formaggio spalmabile; 150 gr bresaola; spinacino fresco; parmigiano a scaglie.

In Primo Piano
Il delitto

Donna uccisa dal figlio a Sinnai, l’auto di famiglia negata dietro la coltellata fatale

di Andrea Massidda

Viabilità

Lavori pubblici, entro l'anno resterà solo uno dei 10 cantieri sulla 131 tra Macomer e Porto Torres

Le nostre iniziative